• Alessandro Monne

Outcast Torino lancia Outcast Planet, una label tutta sua.

Dopo tanti anni - 8 per l'esattezza dalla nascita del collettivo - i ragazzi di Outcast hanno deciso di lanciare la propria etichetta, Outcast Planet. Gli è stato chiesto spesso perché non avessero ancora fatto questo passo. Salvatore Ficara, uno dei fondatori insieme a Dario Zappavigna e Michele Leoni, ci dice che sebbene l'idea di aprire una etichetta collegata al progetto Outcast ci fosse non si sentiva l'esperienza necessaria. Non che Outcast non ne abbia maturato nel percorso che lo ha portato ad essere un punto di riferimento tra i vari promoter. In effetti qualsiasi cosa va fatta bene, così Ficara continua: "L’intenzione è sempre stata di far uscire musica nostra più che musica di altri artisti, cosi abbiamo pensato che saremmo dovuti uscire con l’etichetta, quando i nostri resident fossero pronti per sfornare musica valida..".

La prima uscita di Outcast Planet è un 5 tracks EP di Paolo Macrì, talentuoso resident di casa Outcast, che spazia dall'house al breakbeat con un tocco acid-techno.



Sempre Ficara sul rapporto con i propri resident: "Abbiamo fatto un percorso insieme a loro, adesso siamo convinti di avere tanta musica buona e che ci soddisfa. Quello che vogliamo è che da fuori si intraveda un nostro prodotto autentico.". E ancora sulla versatilità della propria musica: "La gente che ci segue, oggi riconosce il nostro suono. Noi non lo sappiamo definire perché in realtà facciamo solo ciò che ci piace senza pensare a quello che stiamo facendo. Così si disegna la nostra linea da seguire.. se ci piace, stiamo facendo la cosa giusta!".

Siamo sicuri che in casa Outcast abbiano tutte le carte in regola per poter fare un buon lavoro e soprattutto proporre musica di qualità. Auguriamo ai ragazzi le migliori cose!

59 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti